Perché un sito di approfondimento sulla psicologia?

Perché un sito di approfondimento sulla psicologia?

C’era bisogno di un altro, ennesimo, sito di informazione e approfondimento in psicologia? Un altro sito pieno di lunghe liste di sintomi e nozioni su nevrosi e psicopatologie varie? In questo post, provo a descrivere la spinta a redigere questo blog.

L’idea, alla base di questo progetto, è promuovere un determinato approccio alla psicologia, un approccio che produca salute mentale.  Perché la psicologia, come ogni sapere, è solo uno strumento, una mappa, una rappresentazione utile, troppo spessa, invece, scambiata per ‘realtà ultima delle cose’. E purtroppo oggi, la psicologia viene spesso utilizzata male. Per giudicare più che per curare. Per separare più che per unire. 

Le diagnosi della psicologia oggi provocano paura, imbarazzo e stigma sociale, e non sono molto d’aiuto nella reale comprensione della situazione che una persona sta vivendo. 

Ci si giudica molto, senza comprensione.

E il disagio mentale grave è sempre più diffuso nella popolazione generale.

In modo trasversale.

E verso la psicologia, la popolazione ha un approccio ambivalente, polarizzata tra chi ci crede ciecamente e chi la rifiuta in toto, con in mezzo un bel pò di persone oscillanti tra bisogno e giusta diffidenza in base allo specifico momento di vita.

Le implicazioni della mancanza di un serio ragionamento sullo stato di salute mentale della popolazione, incide gravemente sulla definizione di politiche pubbliche adeguate. A maggior ragione dopo una pandemia globale.

Eppure la riflessione latita. Mentre gli psicologi contribuiscono ad alimentare la confusione rispetto a che cosa sia il disagio mentale. Tante le teorie che si contendono la verità a riguardo, teorie spesso tra loro incompatibili.

E questo alimenta il disorientamento di chi deve ricevere ascolto e/o cure. La psicologia è utilizzata male anche da un punto di vista di Sanità Pubblica, sia nell’ambito della Salute Fisica, ma anche nello stesso ambito della Salute Mentale, in cui spesso svolge un ruolo ancillare e periferico rispetto alla cura e al trattamento del disagio mentale grave. 

La mission di ‘Psicologia x Tutti’

Data la situazione, promuovere una cultura psicologica che metta al centro la persona vera, la persona in carne ed ossa, con la sua esperienza pratica e quotidiana di vivere, appare fondamentale. Perché di malessere ce ne è tanto. E se il malessere non trova ascolto, poi esplode e l’attuale sistema risponde in modo rigido, con l’ambulanza o con i carabinieri. Con la cura o la custodia. In entrambi i casi, perdendo piccola  o grande parte della propria identità. 

Solo una psicologia forte, che sappia ascoltare la persona che ha di fronte, e individualizzare l’aiuto, adattandolo, declinandolo a partire dalla specifica situazione di vita della persona, può essere realmente efficace. 

Una psicologia che sappia organizzare e costruire risposte. Risposte che possano cambiare concretamente la qualità di vita delle persone.

Una cultura psicologica di questo tipo serve a tutti. Alle persone che soffrono, ai familiari, agli operatori sanitari e sociali. La realtà che affrontiamo ogni giorno è così dura che una cultura psicologica che sappia fotografare la situazione al fine di prendersi cura di tutte gli attori in gioco è sempre più fondamentale.

Una psicologia come scienza dell’esperienza personale, studiata in modo interdisciplinare, ma con tutte le discipline concentrate realmente a dar senso all’esperienza individuale.

Una psicologia meno arroccata dietro il proprio ‘setting’ e più vicina alla vita pratica delle persone, il vero orizzonte che definisce le possibilità e i limiti di un sapere specialistico.

Si proverà a fare tutto questo nel linguaggio più semplice possibile. Correndo enormi rischi di banalizzare. 

Una psicologia per tutti è una psicologia che per sua essenza, volendo parlare di tutti, non parla di nessuno in particolare. Un sapere che genera ‘etichette’, stereotipi, contenitori vuoti e tipizzati con i quali ci si può identificare male e solo parzialmente.

Il progetto ‘Psicologia x Tutti’ diversamente vuole fornire informazioni utili per tutti, informazioni tratte dalla pratica clinica specialistica e dalle migliori fonti scientifiche, in un linguaggio semplice. 

Questo per combattere la miriade di pregiudizi presenti in salute mentale. Questo per aiutare ad usare bene parole che, se usate male, possono segnare una vita. Questo per fare in modo che le persone si possano servire della psicologia per stare meglio, capendo in quali specifici modi la psicologia può essere realmente d’aiuto. Questo per una psicologia accessibile per tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *